I bombi

bombi2

I Bombi (Bombus terrestris) sono imenotteri sociali organizzati in colonie stagionali. Il ciclo di sviluppo inizia quando una regina fecondata avvia la costruzione del nido all'interno di cavità nel terreno. In principio la regina si occupa della deposizione delle uova e della cura del nido ma anche dell'approvvigionamento di nettare e polline con il quale nutrire sé e le giovani larve. Le larve vengono allevate all'interno di cellette nelle quali a fine sviluppo si trasformano in pupe. Dopo alcuni giorni si completa la metamorfosi e nuovi bombi adulti compaiono nel nido, la comparsa di questi permette alla regina di dedicarsi alla deposizione delle uova mentre le operaie si specializzano in manutenzione del nido ed attività di bottinamento nei fiori e protezione della colonia.
Nel corso della primavera procede lo sviluppo della colonia che si ingrandisce e popola sempre di più sino a contenere anche centinaia di bombi, tutte femmine e tutte sorelle. A un certo punto la regina invecchiando inizia a deporre uova non fecondate che danno origine a individui maschi, questa fase è delicata perché innesca la reazione delle altre. Sino a quel momento ogni singolo bombo aveva più affinità genetica con le proprie sorelle che con ipotetici propri figli maschi e questo spiega il contributo alla cura del nido piuttosto che la deposizione di proprie uova, ma quando la regina depone uova maschili diventa preferibile per gli altri bombi deporre le proprie di uova svincolandosi dalla dominanza. Inizia una fase di conflitto che o prima o poi termina con la morte della vecchia regina ormai esausta. Nuove regine a quel punto abbandonano il nido e si aggregano in siti dove avvengono gli accoppiamenti.
Al volgere della fine del ciclo, la colonia senza più ricambio si esaurisce lentamente, i maschi restano attivi in maniera erratica sino alla morte e senza particolare legame con la colonia, mentre le neo regine fecondate si nutrono per accumulare riserve e già in estate cercano un riparo dove restare sino alla primavera seguente.